logo meridiana

logo meridiana

lunedì 17 settembre 2018

Il lungo ‘68 in Italia e nel mondo - Incontro pubblico con l'autore Marco Boato a Paderno Dugnano

Nell'ambito della manifestazione "Nel Cuore del 68"

Venerdì 21 settembre 2018 dalle ore 21,00

Presentazione del libro “ Il lungo ‘68 in Italia e nel mondo “
Sarà presente l’ autore del libro Marco Boato


Presso il Circolo Arci Amicizia e Solidarietà di Palazzolo Milanese. 
via Coti Zelati, 51 - Paderno Dugnano

ENTRATA LIBERA




Autore : Marco Boato 

sociologo, giornalista, ricercatore universitario e più volte parlamentare, ha vissuto il ’68 soprattutto nella Facoltà di Sociologia di Trento e nella dimensione nazionale.


Coordinatore dell' incontro : Giuseppe Pino Rosa

Editor/publsher di libri professionali sulla sostenibilità ambientale, la bioarchitettura, il verde. Protagonista del lungo ’68 italiano, come molti della sua generazione.

Durante la serata, in contemporanea, si può anche vedere la mostra
“Il ’68 raccontato dai manifesti”.


Qui di seguito il filmato della mostra 
quando era esposta nell' atrio del Cinema Metropolis di Paderno Dugnano




Vi aspettiamo

martedì 11 settembre 2018

Nel Cuore del '68



Quest'anno ricorrono i cinquant'anni dal 1968.
Un periodo che è entrato nella storia come l'anno  dei movimenti sociali, culturali e politici, della contestazione nei confronti del modello di società esistente, cambiandone lo stile di vita.

A Paderno Dugnano, grazie a importanti collaborazioni tra il nostro Circolo, area Metropolis/Fondazione Cineteca Italiana e Arci Amicizia e Solidarietà, abbiamo organizzato una serie di iniziative dal 8 al 22 settembre per l'evento " Nel cuore del '68".
In allegato trovate il programma dettagliato.
Vogliamo segnalare che, per giovedi 13 settembre se il tempo sarà bello, la proiezione del film sarà all'aperto e visto il numero esiguo delle sedie a disposizione per l'esterno,  Vi consigliamo di portare la sedia da casa.

Saranno due settimane di mostre, parole, musiche e film, per capire cosa è stato il 1968 in Italia e nel Mondo.


Nella' ambito della manifestazione
" Nel Cuore del '68 " Da sabato 8 a venerdì 14 settembre 2018 Esposizione della mostra : “ Il ‘68 raccontato dai manifesti “
In collaborazione
con Cineteca Italiana.
Presso il Foyer
di Area Metropolis 2.0 ENTRATA LIBERA via Oslavia n° 8 - Paderno Dugnano


Vi aspettiamo!
Il direttivo de il Circolo Eco-Culturale LA MERIDIANA

lunedì 27 agosto 2018

"Tutti a Milano", presidio di protesta contro l'incontro Salvini-Orban - Martedi 28 Agosto 2018 (ore 17.00 P.zza San Babila)


“La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo...” (Art. 2 della Costituzione della Repubblica Italiana)

Salvini sogna un'Italia sul modello ungherese. Muri e paure, chiusure fisiche e mentali, razzismo.
Un ministro solo al comando. Un governo ombra, fagocitato dalla spocchiosità e dalla voce forte del ministro degli interni.
Salvini domani – martedì 28 agosto – incontrerà a Milano Orban, leader del partito Fidesz, ultraconservatore, sovranista e anti-immigrati, ad oggi al governo in Ungheria.
Arci sarà in presidio per gridare un forte NO a questa politica ottusa, al farneticante “prima gli italiani” che sottotraccia significa solo il riportare indietro le lancette dell'orologio: prima dell'Unione europea, prima della Costituzione, prima della Convenzione di Ginevra: prima gli italiani in un'Italia nazionalista, autoritaria, con un governo al di sopra delle leggi e dell'umano buon senso.
Arci in sessant'anni di storia mai si era trovata a manifestare contro un governo di queste fattezze. I circoli mai si erano trovati a fronteggiare un'ondata di insensibilità simile: ci si trova di fronte un egoismo politico di tali proporzioni, egoismo che rovescia le regole del buon senso, dell'umanità, dove compi un reato penale se aiuti qualcuno in difficoltà, dove le ronde paramilitari terrorizzano – per il momento – le spiagge strizzando l'occhio al Ministro che queste ronde dovrebbe proibire.
Dove soffia forte il vento dell'intolleranza, del pregiudizio e dell'antisemitismo.

Siamo sicuri che i cittadini italiani che non vogliono essere privati dei diritti, dell’umanità, della possibilità di vivere in un paese migliore, siano maggioranza.
Per questo invitiamo tutti i compagni dei circoli ad iniziare a manifestarsi domani a Milano (ore 17.00, P.zza San Babila) , per dire no alle politiche sovraniste dei due sinistri figuri che si incontreranno a Milano. Per ribadire che l'Europa che vogliamo non è quella cinta da muri ma un 'Europa ricca di umanità, partecipazione e democrazia.

Arci Milano

domenica 26 agosto 2018

COMUNICATO STAMPA RE3 – PRESENTATO IL RICORSO AL T.A.R.!


LA PARTITA SI GIOCA ORA IN TRIBUNALE
Dunque la decisione è stata presa. Il ricorso al T.A.R. Lombardia contro la delibera di variante al PGT, denominata RE3, approvata nel Consiglio Comunale del 9 maggio scorso, è stato firmato e presentato da un gruppo di cittadini residenti in via Dalla Chiesa.
Non si ferma , quindi, la lotta di opposizione alla costruzione nel parco di via Dalla Chiesa/via Gorizia di 3 palazzine con 52 appartamenti + parcheggio e strada di collegamento.
Dopo i numerosi tentativi, purtroppo inutili, posti in essere per far recedere l’attuale Amministrazione Comunale dal progetto insensato di sacrificare un parco pubblico ad un interesse privato, non è rimasta altra via che quella del Tribunale.
Il ricorso al T.A.R. è un impegno dal profilo economico oneroso.
Il coordinamento RE3, formato da cittadini, forze politiche di opposizione, associazioni e sindacati, sosterrà l’azione legale, lanciando una campagna di raccolta fondi  che sarà attuata con modalità diverse che verranno via via comunicate.
Invitiamo tutti i cittadini  a sostenere questa iniziativa che ha l’obiettivo di impedire una operazione immobiliare sbagliata il cui interesse è soltanto privato, salvare l’attuale parco di via Dalla Chiesa/via Gorizia e creare le condizioni per la realizzazione del parco del Seveso in via Roma/via Camposanto.
Nell’immediato, il circolo Grugnotorto Legambiente di Paderno Dugnano, che fa parte del coordinamento, si è reso disponibile a fornire uno dei canali di finanziamento del ricorso, aprendo un conto corrente dedicato presso Banca Prossima (Gruppo San Paolo).
Nel sito “legambientepadernodugnano.wordpress.com” è presente  il  codice iban dell’associazione, da utilizzare per effettuare le donazioni con bonifico bancario. E’ inoltre disponibile il link per l’opzione di versamento con metodo PAY PAL.
Periodicamente, nello stesso sito , saranno resi noti i dati sui contributi raccolti e le spese sostenute, relativamente al ricorso al T.A.R..
COORDINAMENTO RE3 di cui fanno parte, oltre ai cittadini,  le seguenti  associazioni, forze politiche e sindacati:
Anpi, Ccirm, Circolo Eco culturale La Meridiana, Circolo Grugnotorto Legambiente, InsiemeXCambiare, Liberi e Uguali, Medicina Democratica, Partito Democratico, Partito Socialista Italiano, Partito della Rifondazione Comunista, Sinistra anticapitalista, Socialisti in movimento, Spi-Cgil, Uilp-Uil, Verdi.

E’ importante reagire a una politica sbagliata e ingiusta che non condividiamo.


Dopo odissea dei migranti della Diciotti ripubblichiamo l'appello di Alex Zanotelli sugli immigrati del 19 luglio 2018


“E’ importante reagire a una politica sbagliata e ingiusta che non condividiamo. Il Digiuno di Giustizia in solidarietà con gli immigrati è per dire che non siamo d’accordo. Ci sono tante comunità di suore e religiosi che lo fanno lontano dai riflettori e altri che lo fanno in piazza come testimonianza pubblica di un dissenso. Mentre digiuniamo è importante aiutare la gente a capire il pericolo che stiamo correndo con le politiche di Salvini. Proprio perché è diffuso un sentimento contrario ai migranti cerchiamo di dare una risposta partendo da una informazione oggettiva e non ideologica verso persone che si trovano in una situazione di grande vulnerabilità a cui non si possono addossare i nostri mali”. Lo afferma padre Alex Zanotelli in un’intervista al sito Tiscali. “E’ semplicemente ridicolo – scandisce il religioso – parlare di invasione. In Europa gli abitanti sono 500 milioni e le persone immigrati sono al massimo 300mila: una goccia nel mare. Eppure ne abbiamo una paura terribile. L’ONU informa che il maggior numero di rifugiati (86%) sono accolti in Paesi  africani e in altri Paesi poveri come il Libano dove sono stati accolti 1,5 mln di profughi siriani. Sono i poveri che accolgono. E’ mai possibile che Paesi che vivono nell’opulenza non accolgano volentieri? La fortezza Europa si manifesta come un sistema egoista dove scoppia il razzismo. Questa gente che viene a noi nel bisogno ci rivela che siamo razzisti. Nei secoli ci siamo sentiti superiori e identificati con la civiltà, la filosofia, il sapere, la scienza, lo sviluppo dopo aver attinto tante risorse ai Paesi che giudicavamo non sviluppati. Adesso che quei popoli arrivano da noi traballiamo e viene a galla il senso di superiorità che abbiamo. Vale per noi come per gli Stati Uniti. Per guarire occorre riconoscere che siamo razzisti non essendo capaci di accoglierli dopo averli dilapidati”.
Secondo il missionario comboniano, tuttavia, sull’assenza dell’Europa riguardo al tema dei migranti, tuttavia, “occorre dare ragione a Salvini nonostante non sia né l’unico né il primo a criticare l’Europa. Non è sufficiente criticare l’Europa perché aiuta poco l’Italia a fare fronte agli sbarchi. L’Europa va criticata perché finora è rimasta a guardare  l’enorme problema degli immigrati e non è stata in grado di mettere in campo una politica comune di solidarietà. E’ una vergogna per l’Europa aver tradito i suoi ideali umanistici. Ci sono Paesi che ancora non hanno fatto nulla per rifugiati e immigrati oltre a mettere filo spinato. Paesi cui si ispira anche Salvini”.
“Ma – aggiunge il religioso – usare i poveracci che bussano alla nostra porta per ricattare l’Europa non è un modo per aiutare i poveri che arrivano da noi. Si sposta la responsabilità verso altri. Occorre riuscire a mettere insieme accoglienza e politiche condivise, mentre finora i vari Paesi fanno a gara per scaricare i migranti.
In effetti, aggiunge Zanotelli, “Il nostro governo come altri in Europa spostano l’attenzione dei cittadini sugli immigrati per far fronte al momento di grave difficoltà della politica. La politica non fa più politica per la gente ma è prigioniera dei poteri finanziari e delle richieste economiche di chi conta. Pertanto la politica non è in grado di ripartire equamente le risorse che pure non mancano tanto è vero che chi è ricco in questi tempi aumenta la propria ricchezza. Si tratta di avviare politiche di redistribuzione. Si cercano perciò capri espiatori che procurano un facile consenso a politiche che restano parolaie. Salvini si sta dimostrando molto abile a giocare sulla pancia della gente che soffre e addita loro la possibile causa del disagio comune. La gente pensa di risolvere i suoi problemi aggredendo altri poveri mentre gli affari dei benestanti vanno a gonfie vele. Avveniva così – conclude padre Alex – anche negli anni Trenta del secolo scorso in Germania: lo scontento sociale si addossava agli ebrei, fatti apparire come causa di tutti i mali della nazione”.

Alex Zanotelli 

sabato 18 agosto 2018

Danze Popolari alla Sagra del Pesce 2018 a Paderno Dugnano


Continuano i mercoledì di Bal Folk .
Danze Popolari verso Paderno in Folk 2018 a Paderno Dugnano.
Ancora due mercoledì agostani dedicati alla musica e danze delle tradizioni popolari: mercoledì 22 e 29 Agosto. L’occasione la dà, anche quest’anno, la Sagra del Pesce che si tiene al Centro Sportivo Comunale di via Serra dal 16 agosto al 2 settembre. Nel periodo dell’evento, dalle ore 19 alle 24, è presente lo stand RISTORANTE e BAR.
Vi aspettiamo